Bad Rabbit il nuovo ransomware


È comparso un nuovo tipo di ransomware che colpisce i paesi europei.
Il 24 ottobre 2017 alcuni media hanno iniziato a segnalare le attività del ransomware “Bad Rabbit” contro obiettivi come l’aeroporto di Odessa in Ucraina, il sistema della metropolitana di Kiev e alcuni organi di stampa russi.

I resoconti iniziali indicano che questo malware sembra essere una variante simile al ransomware Petya che crittografa i file di dati chiedendo agli utenti di pagare un riscatto intorno ai 283 dollari. Al momento non risulta che vengano colpiti singoli utenti. 

Come abbiamo sempre detto, avere un antivirus serio e sempre aggiornato è di fondamentale importanza per la sicurezza dei vostri dati.

Siamo partner ufficiali  di Norton Security e nostri clienti che usano già questo antivirus, possono essere sicuri che sono protetti e non saranno colpiti da questa nuova minaccia ransomware. 

Per chi ne vuole sapere di più, ecco alcune semplici regole:

Cos’è il ransomware?
Il ransomware è una forma di malware che blocca i file presenti in un computer mediante la crittografia e presenta in genere agli utenti un ultimatum chiedendo di pagare un importo per sbloccare e recuperare i dati personali, pena la loro perdita definitiva. Il ransomware è in grado di danneggiare ed eliminare automaticamente i file nel caso in cui non venga ricevuto l’importo richiesto, lasciando alla maggior parte degli utenti poco tempo per risolvere il problema con mezzi alternativi.

Cinque regole da rispettare con il ransomware:

Non pagare il riscatto. Può sembrare l’unica soluzione, ma non c’è alcuna garanzia di riavere i propri file in caso di pagamento. Come minimo, ciò contribuirebbe a finanziare i successivi attacchi dei criminali.

Esegui regolarmente il backup dei dati. Il backup dei propri file può evitarti un mare di fastidi. Se diventi vittima di un attacco ransomware, sarai in grado di ripristinare tutti i file colpiti da una copia di backup non infetta. Il ripristino dei file da un backup rappresenta il modo più veloce per riottenere l’accesso ai dati importanti.

Non fare clic sugli allegati nelle e-mail. Esistono molte bande criminali che attuano truffe con ransomware e ciascuna utilizza metodi diversi per raggiungerti e infettarti. Una delle più diffuse è l’utilizzo di spam. Il messaggio di e-mail che inviano può comunicarti che un pacco destinato a te non è stato recapitato per qualche motivo. Oppure ti potrebbe suggerire un simpatico screensaver da installare. Di qualsiasi cosa si tratti, i malintenzionati vogliono indurti a fare clic su un allegato per installare il malware. Non farlo. Non fare clic.

Utilizza software per la sicurezza. Installa un software per la sicurezza affidabile sui tuoi dispositivi e soprattutto tienilo aggiornato con un abbonamento attivo. L’utilizzo di software obsoleto può lasciare i tuoi dispositivi vulnerabili ad attacchi. Servizi come Norton Security possono aiutare a proteggere i tuoi dispositivi con una protezione continua contro forma nuove ed emergenti di virus, spyware, malware e altre minacce online.

Tieni aggiornato il software. I malintenzionati sono informati sui punti deboli presenti nel software sul tuo PC ancor prima di te, e cercheranno di sfruttarli per introdursi nel tuo sistema. È quello che viene definito come exploit di una vulnerabilità. L’applicazione di patch del software elimina le vulnerabilità. Se ti viene chiesto se vuoi aggiornare il tuo software – Il consiglio  è di farlo subito. Aspettare aiuta semplicemente i malintenzionati.
Symantec sta continuando ad analizzare questa minaccia e pubblicherà ulteriori informazioni non appena si renderanno disponibili.

Share Button