Kaspersky

Antivirus sotto controllo da parte della NSA…

 

Che siamo tutti spiati mentre navighiamo nel web con i nostri dispositivi (pc, smatphone, tablet) ormai si sa, ma sembra che altre agli hacher, anche i governi facciano la loro parte, sfruttando proprio l’antivirus installato sul nostro dispositivo.

Edward Snowden, ex. impiegato della Central Intelligence Agency (C.I.A.) noto per aver rivelato pubblicamente i piani di sorveglianza globale messi in atto da Americani e Inglesi continua a far parlare di se.
Sono passati due anni e da tutto il materiale rilasciato appare evidente che tutte le principali marche di Antivirus sono state studiate a fondo.
Per esempio, Kaspersky Lab, azienda con sede a Mosca, specializzata in prodotti per la sicurezza informatica è stata al centro di una serie di “verifiche” molto approfondite.
L’agenzia di spionaggio Inglese, la GCHQ ha utilizzato metodi aggressivi di reverse engineering per carpire ogni segreto del software e creare dei malware non rilevabili.
Anche la National Security Agency (N.S.A.) si è occupata di Kaspersky, in particolar modo riuscivano a rintracciare ogni singolo utente utilizzando i vari report che il software invia alla casa madre automaticamente, anche se Kaspersky ha sempre negato che i dati trasmessi fossero in chiaro e fosse possibile risalire alla postazione e quindi all’utente che li ha inviati.
Molto interessante la lettura di questo documento, chiamato Project Camberdada.

Pin It on Pinterest