Intervista al tecnico sistemista Kevin Diamante.

Parlaci un po’ di te.

Sono Kevin Diamante ho 24 anni, lavoro alla DPC computer da 6 anni. La scelta è stata quasi “obbligata”.  Mio padre lavora in ambito informatico da quando ho memoria e mi ha trasmesso la sua passione.
Dopo la formazione scolastica ho imparato giorno per giorno cose sempre nuove. Posso affermare di aver appreso più dell’80% delle mie conoscenze sul “campo”.

 

Con un tecnico sistemista, iniziamo parlando di informatica e di cosa rappresenta per te.

l’informatica è parte della mia vita. La tecnologia ci circonda dalla video ludica al mondo dei Social Network ma sopratutto per il mio lavoro. Ogni giorno offre nuove sfide ed opportunità.
 

Spiegaci in cosa consiste la tua occupazione.

Mi occupo principalmente della realizzazione di server e reti in ambito aziendale e casalingo. Le attività spaziano dalla scelta dell’hardware più adatto, alla programmazione vera e propria del server.
Server significa letteralmente “servitore” e servire è proprio la sua funzione. Infatti, offre un servizio di gestione ed elaborazione di dati e informazioni, aiutando il cliente a svolgere con efficienza e in sicurezza il proprio lavoro. 
 

Quali sono gli aspetti che ti piacciono di più del tuo lavoro?

Come ho detto prima, le sfide quotidiane fanno parte della mia vita. Sono proprio queste che mi stimolano a cercare nuove soluzioni. Tutto questo si lega alla soddisfazione di svolgere al meglio il mio lavoro. Voglio consegnare al cliente una rete, un server efficiente che lo supporti nella realizzazione delle sue attività, facilitandogli la vita il più possibile.
 

Gli aspetti che ti piacciono di meno?

Senza alcun dubbio la responsabilità di avere il lavoro di molte persone nelle mie mani. Prendiamo l’esempio di un server: deve garantire la sicurezza non solo in termini di salvataggio e reperibilità dei dati ma anche nei confronti di un possibile furto di informazioni.
 

Come hai ottenuto le tue competenze?

Ricordo un aneddoto di quando ero piccolo. Mio padre, per distogliermi dai videogiochi, mise la password al nostro Pc e io la aggirai. Penso che nel mio lavoro funzioni così: quando ti trovo davanti ad un problema, piccolo o grande che sia, cerchi di risolverlo.
Questo si tramuta in molte notti insonni davanti al Pc e ore e ore a studiare nuove soluzioni. Il lavoro richiede un costante aggiornamento. Per quanto riguarda la sicurezza informatica ho seguito e seguo tuttora molti corsi, l’argomento è vastissimo e molto delicato.
 

Qual è il tuo cliente tipo?

Di solito sono piccole e medie aziende che hanno la necessità di: servizi e-mail, condivisione file, supporto ai gestionali, la necessità di realizzare particolari sotto reti ecc.
 

Cosa rende importante il tuo lavoro?

Senza sistemisti il mondo tecnologico crollerebbe! Perderemo la capacità di elaborare, inviare e ricevere informazioni in tempi brevissimi. Inoltre, non bisogna sottovalutare il tema della sicurezza. La rete e i server custodiscono i nostri dati sensibili.
 

Quali sviluppi prevedi per il futuro del tuo lavoro?

In questi giorni si è sentito molto parlare di fatturazione elettronica. Qualche mese fa abbiamo appreso della possibilità di voto elettronico e chi non conosce le monete virtuali (Es. Bitcoin)?  Ecco, credo che l’obbiettivo sia garantire la maggior sicurezza possibile a tutte le nostre applicazioni presenti e future. Dovremmo continuare a integrare con semplicità tutta la tecnologia a nostra disposizione. Implementandola nella nostra quotidianità.
 

Un pensiero finale su quanto detto in precedenza?

Nonostante le difficoltà che a volte si incontrano in questo settore gli stimoli sono continui: dalle nuove normative, allo sviluppo di software e hardware sempre diversi. “Non si può mai abbassare la guardia”. Fortunatamente, la passione e la curiosità mi spingono a migliorarmi ogni giorno. 

Pin It on Pinterest